Esportare

Export: tracciabilità e Made in Italy

Uno strumento a difesa del Made in Italy 

ConfartigianatoIl mercato è invaso da prodotti dall’origine dubbia e sempre più spesso viene esibita l’origine italiana anche su prodotti in cui i componenti italiani sono ridotti al limite minimo di quanto consentito dalla legge.

I consumatori si dicono confusi e la crescente diffidenza rischia di limitarne gli acquisti in misura significativa.

Export: fidelizzare il cliente

Uno strumento facile e gratuito

Fidelizzare il clienteAvere clienti abituali e fedeli è un obiettivo tra i più desiderati da tutti i fornitori. Di solito la nostra attenzione si concentra sugli strumenti tradizionali che riguardano la qualità del nostro prodotto, i nostri servizi post-vendita, la flessibilità dei nostri termini di pagamento, ecc. Più raramente si pensa a uno strumento molto potente, praticamente gratuito e anche, sorprendentemente, molto trascurato.

Export: consigli a un giovane operatore

Un successo da costruire…

Export, costruire il successoSpesso ricevo richieste di consigli da chi sta avviando un’attività di export. Si tratta, nella maggior parte dei casi, di giovani che vorrebbero iniziare, o che hanno appena iniziato, un lavoro all’interno di un’organizzazione e che vorrebbero sviluppare le loro competenze per ottenere una posizione migliore in azienda o per intraprendere, in un prossimo futuro, un’attività imprenditoriale nel mondo dell’export. I miei consigli sono essenzialmente quattro:

Diventare esportatore

Perché limitarci all’Italia?

Diventare esportatoreL’export è un’attività che coinvolge diverse funzioni aziendali. La scelta della struttura organizzativa più adatta per gestire il reparto export dipende da molti fattori ma principalmente dal volume di fatturato che deve gestire.

 

La Distinta dei colli

Un documento obbligatorio ma facile

Packing ListLa Distinta dei colli, nota anche come Packing List, è l’elenco degli imballi contenuti in una spedizione. Si tratta, in altre parole, di un documento non fiscale in cui vengono indicati i dettagli che descrivono l’aspetto dei colli e ne permettono l’identificazione.

La Lettera d’Istruzioni allo spedizioniere

Un documento imprudentemente trascurato

Istruzioni a spedizioniereLa Lettera d’Istruzioni allo spedizioniere è il documento che elenca le disposizioni che l’esportatore  impartisce allo spedizioniere internazionale incaricato di effettuare la spedizione.

La Lettera di Vettura Aerea

Il documento dell’export via aerea

Lettera di Vettura AereaLa Lettera di Vettura Aerea, conosciuta anche come Air Waybill o AWB, è il documento di trasporto che comprova la stipula di un contratto di spedizione via aerea.

La Polizza di Carico

Un documento fondamentale dell’export

Polizza di CaricoSebbene la Polizza di Carico sia un documento utilizzato soltanto nei trasporti per via d’acqua (mare e acque interne) è senza dubbio il documento più significativo nell’ambito dei documenti internazionali.

Incoterms: CFR e CIF

Per avere tutto (o quasi) sotto controllo

Export resa CFR e CIFLa caratteristica principale di questi due termini di resa consiste nel fatto che il confine delle responsabilità non coincide con il confine dei costi. Entrambe prevedono che il venditore (esportatore) consegni la merce a bordo della nave al porto d’imbarco.

Incoterms: FOB

Un termine di compromesso

Resa FOBLa resa FOB è una delle più utilizzate nel commercio internazionale. Con tale termine si indica che il punto di confine dei rischi e delle spese a carico del venditore e i rischi e spese a carico del compratore è “a bordo” della nave nel porto indicato dal termine stesso.